Cadavere sulla spiaggia, salma sequestrata per l’autopsia. Si cerca l’auto di Annamaria

Meetness

TERMOLI. Sarà l’autopsia a chiarire le cause della morte di Annamaria Tabellione, la 55enne che è stata trovata senza vita nel pomeriggio di ieri sulla spiaggia di Termoli da un passante. Come e quando è morta la donna sposata e madre di due figli e come è arrivata a Termoli? Sono queste le domande a cui dovrà dare una risposta l’esame autoptico che si terrà nel giro di pochissimi giorni. Intanto gli agenti del Commissariato che si stanno occupando dell’indagine sono anche alla ricerca dell’auto, una Renault Clio rossa vecchio modello targata CG417VD. Probabilmente all’interno della vettura si potrebbe trovare anche il cellulare di Annamaria che dallo scorso 10 febbraio risulta spento e quindi difficile da localizzare. Intanto la ricognizione cadaverica effettuata subito dopo il ritrovamento del corpo ha confermato l’assenza di lesioni o ferite evidenti.

Intanto il dirigente del Commissariato Vincenzo Sullo che procede con l’inchiesta sottolinea: “In questo momento tutte le ipotesi sono aperte”. Tuttavia l’attesa è tutta concentrata sull’autopsia che dovrà chiarire quali sono stati gli ultimi minuti di vita della donna. Intanto, il Procuratore capo di Larino, Antonio La Rana, conferma all’Ansa l’apertura di un fascicolo contro ignoti. “Non è ancora stata fissata la data dell’autopsia in quanto dobbiamo tenere conto del lavoro condotto a Pescara sulla scomparsa della donna”, ha spiegato il capo degli inquirenti frentano”.

Foto Ansa

 

 

 

Meetness

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli