Borrelli, il bomber campobassano approda alla Juve Stabia

E’ nato a Campobasso nel 2000 da mamma campobassana e papà napoletano. Il papà, giocatore del Campobasso della fine degli anni ’90, gli ha trasmesso la passione per il calcio. Gennaro Borrelli già dagli albori della sua carriera calcistica ha dimostrato di essere un enfant prodige. L’esplosione con iI Pescara, società che ha scommesso sul talentuoso 20enne. A differenza del papà, arcigno difensore, Gennaro è un attaccante dal palato fine, di quelli che vedono la porta ed hanno innato il fiuto del gol. Con la Primavera del Pescara ha realizzato 18 gol in 20 presenze nella stagione 2018/2019. Nella passata annata è stato promosso nella prima squadra biancazzurra scendendo in campo 20 volte nel campionato di serie B con un gol all’attivo. Quest’estate il passaggio in prestito al Cosenza, sempre in serie B, squadra nella quale non ha trovato lo spazio necessario alle sue ambizioni. Da qui la decisione di trasferirsi alla Juve Stabia, formazione che milita in serie C. L’attaccante, 1,94 di altezza, fungerà da boa nel 4-3-3 che l’allenatore delle Vespe predilige. Borrelli resterà in gialloblù fino a fine stagione, ma resta di proprietà del Pescara, società con la quale ha un contratto fino al 30 giugno 2024.    

“Sono felice di essere qui a Castellammare di Stabia – ha dichiarato Borrelli – in una piazza così importante e calorosa. Spero di ripagare la fiducia nel migliore dei modi. Ringrazio la società che mi ha voluto fortemente. Sono a disposizione del mister e dei compagni, pronto a dare il mio contributo”.

In questa nuova avventura, la prima in Serie C, il giovane attaccante vestirà la maglia numero 29.

Magari nel prossimo futuro, viste le ambizioni del Campobasso, non è da escludere che le strade di Borrelli e quelle della squadra della città dove è nato possano incrociarsi.