Berrettini affronta Federer, a Wimbledon anche un po’ di Molise

Sulla maglia del talentuoso tennista italiano campeggia il logo dell’olio Colavita

La vera impresa della giornata di sabato è stata la battaglia epica di Matteo Berrettini con Diego Sebastián Schwartzman, vinta dal tennista romano dopo cinque set, di cui tre terminati al tie-break. Il 23enne talento azzurro si è dunque guadagnato il pass per gli ottavi di finale e la sfida sognata a Wimbledon da qualunque giovane atleta contro il ‘re’, Roger Federer. In un’intervista rilasciata alla vigilia del torneo inglese, lo stesso Berrettini aveva parlato del possibile incrocio con Federer negli ottavi di finale, definendolo «qualcosa che un giorno potrò raccontare ai miei figli». Questa sera, comunque vada, Matteo avrà qualcosa da raccontare.
A Wimbledon domani sera ci sarà anche un po’ di Molise. A sponsorizzare il talentuoso tennista romano, è la prestigiosa azienda molisana di Enrico Colavita. Il marchio del re dell’olio campeggia sulla maglietta di Berrettini che oggi affronterà un altro re. Quello del tennis.
Da parte di Federer c’è come sempre il massimo rispetto per l’avversario. Anzi, Roger si concede anche una battuta che, tra il serio e l’ironico, dimostra comunque la sua stima nei confronti del giovane italiano. Intervistato subito dopo la sua vittoria contro Pouille, il fuoriclasse svizzero ha ammesso di non conoscere benissimo il suo prossimo rivale. «Sinceramente non lo conoscono molto bene e questo, certamente, rende la situazione più rischiosa. L’ho visto giocare ad Halle ed a Stoccarda, ottime prestazioni che sta confermando anche a Wimbledon e non è una cosa così scontata quando sei comunque un nome nuovo nel circuito. Mi aspetto una battaglia». Berrettini viene da un match davvero lungo e dispendioso contro Schwartzman e qui scatta la battuta di Federer. «Spero che non abbia più energie dopo questa partita» – dice con un sorriso, ma poi torna serio aggiungendo «sono sicuro che le recupererà. Quando sei giovane recuperi le forze con facilità». Finora Federer ha passato i primi tre turni con estrema regolarità, ha ceduto un set ad Harris nel primo match e poi è andato via con un percorso netto, anche contro Pouille.
Ancora incredulo Matteo Berretini. «Con Diego Schwartzman è stata durissima, ma ora voglio godermi Federer. Sono davvero in estasi per questa sfida».
E domani sera il Molise, grazie all’azienda Colavita, avrà un motivo in più per tifare Matteo Berretini.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com