Benzina nuovamente sopra i 2 euro, lavoratori e cittadini esasperati

Nonostante la riduzione delle accise il prezzo dei carburanti continua a salire. La benzina torna supera nuovamente quota 2 euro al litro, dopo essere arrivata a marzo al picco di quasi 2,5 euro in alcune zone d’Italia. Solo oggi, sulla scia dell’aumento delle quotazioni internazionali visto l’embargo del petrolio russo, Eni ha aumentato di cinque centesimi al litro i prezzi di benzina e gasolio, IP di un centesimo, Q8 di quattro e Tamoil addirittura di sei.

Per contrastare questi aumenti i lavoratori italiani attendono con ansia il nuovo bonus benzina, introdotto dal governo nel decreto Ucraina bis. Il contributo vale fino a 200 euro e potrà essere fornito direttamente dalle aziende. Per questo non servirà fare domanda: saranno le singole società a scegliere se riconoscere o meno ai propri dipendenti l’aiuto. Il buono spetta quindi ai dipendenti di aziende private o di datori di lavoro privati (come nel caso degli studi professionali).

Nell’immagine di copertina i prezzi di un distributore di Campobasso relativi a questa mattina, mercoledì 8 giugno.