Beccato in sella allo scooter con eroina e pistola, lascia il carcere 25enne di Campobasso

I giudici del Tribunale del Riesame hanno accolto l’istanza del legale Tolesino

Ha lasciato il carcere ed è stato confinato agli arresti domiciliari il 25enne arrestato dai carabinieri dopo essere stato beccato, in pieno giorno per le vie di Campobasso, con eroina e una pistola (all’origine giocattolo) modificata per l’offesa ed occultata nel vano portaoggetti sotto la sella dello scooter. Questa la decisione presa nel pomeriggio odierno (martedì 1 giugno) dai giudici del Tribunale del Riesame di Campobasso che hanno accolto l’istanza presentata dal legale del ragazzo, l’avvocato Silvio Tolesino (nella foto in basso).  I militari dell’Arma, fermarono il giovane per un controllo e durante la perquisizione del due ruote, all’interno del portaoggetti posto sotto la sella, trovarono una pistola semiautomatica Bruni 96, calibro 6,35 ben oleata (completa di caricatore e proiettili), originariamente giocattolo e resa offensiva con la sostituzione della canna e dei congegni di scatto. Nell’occasione fu rinvenuta anche dell’eroina. Per il giovane scattò l’arresto e successivamente la custodia in carcere. L’avvocato Tolesino ha però presentato una istanza ai giudici del Riesame, accolta nelle scorse ore. I togati hanno dunque disposto la scarcerazione del 25enne.

L’avvocato Silvio Tolesino