Basso Molise senza acqua, agricoltori in ginocchio. Scoppia la protesta

REDAZIONE TERMOLI

Un sit-in di protesta quello mosso dagli agricoltori del basso Molise che questa mattina, nella piazza di Nuova Cliternia, hanno espresso la loro preoccupazione per lo stato di crisi cronica in cui versano i Consorzi di Bonifica. «A 3 anni dal commissariamento degli stessi nulla è cambiato circa le problematiche che li caratterizzano quali ad esempio, la crisi finanziaria, il mancato adeguamento degli invasi e il rischio permanente di interruzione del servizio idrico. Chiediamo un intervento affinchè il costo della Bonifica non sia solo a carico dei Consorziati ma anche a carico di coloro che dall’ente “Consorzio di Bonifica”  ricevono indubbi servizi. E’ poi opportuno che chi non ha pagato e continua a non farlo venga invece intimato a farlo e che soprattutto venga fatto presente a tutti, in maniera chiara e trasparente, che in nessun modo il consorzio erogherà acqua ai trasgressori.   Per nessuna coltivazione verrà garantita l’acqua se non si sarà sanato il pregresso». 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com