Basket – Magnolia, per la Serie B ultima del girone di andata. Rossoblu nelle Marche

I fiorellinidacciaio devono fare i conti con il Porto San Giorgio, capace in casa di mettere in crisi anche la leader Perugia

Dimenticare – e in fretta – lo stop interno con Senigallia nella consapevolezza, però, che si tratta principalmente di una tappa di un processo di crescita per un gruppo impegnato in un torneo senior quasi esclusivamente per dar vita ad un’ulteriore esperienza da trasferire sui campionati di categoria.

Chiudere al meglio il girone d’andata della prima fase. E cercare di centrare il quarto successo su sei gare affrontate contro una squadra che, a parte il successo all’esordio ad Orvieto, ha poi collezionato solo referti gialli, mettendo però – e non poco – in difficoltà anche l’attuale capolista Perugia.

TRASFERTA SANGIORGESE La Molisana Magnolia Campobasso si proietta sulla trasferta in casa del Porto San Giorgio con un primo sabato del mese di dicembre in cui avere ulteriori riscontri del proprio processo di crescita. In un periodo intenso – testimoniato anche dagli impegni della squadra under 17 – il gruppo sta lavorando sodo, aspetto che, da un punto di vista delle situazioni fisiche, finisce con il far compagnia allo stesso gruppo con il coach Francesco Dragonetto che verificherà solo nelle prossime ore quali saranno gli elementi nelle rotazioni per questa circostanza.

ATTENZIONE MASSIMA Da parte sua, peraltro, il tecnico campano è pronto a tenere alta l’attenzione nelle sue per evitare qualsiasi problematica.

«È vero – argomenta – che Porto San Giorgio ha ottenuto un solo successo, ma è anche vero che il loro campo è insidioso e che anche Perugia si è imposta di un solo punto. Dovremo essere particolarmente attenti in ogni dettaglio, come del resto è necessario in ogni gara».

DETTAGLI A LATERE In quello che sarà il primo sabato del mese di dicembre per i #fiorellinidacciaio la palla a due sul loro match sarà alle ore 19 con arbitri designati Thomas Baleani da Civitanova Marche e Tommaso Nicola Molinaro da Chiaravalle.