Basket femminile, la Magnolia club coordinatore delle finali nazionali under 17

Da sabato sera con la cerimonia inaugurale alla Selvapiana Arena fino al 2 luglio, giornata di assegnazione del titolo tricolore, il capoluogo di regione ospiterà il “Trofeo Roberta Serradimigni”

Una settimana con i riflettori su Campobasso in due scenari di lusso per il fronte cestistico giovanile: La Molisana Arena ed il PalaUnimol con il concreto supporto della struttura d’Ateneo. Da sabato sera – quando alle ore 19 è prevista la cerimonia inaugurale nella struttura di Selvapiana – sino al 2 luglio, giornata di assegnazione del titolo tricolore, il capoluogo di regione ospiterà le finali scudetto under 17 femminili valido come ‘Trofeo Roberta Serradimigni’, evento coordinato, a livello organizzativo, con la griffe La Molisana Magnolia Basket Campobasso.

AL GRAN BALLO. Tra le sedici reginette presenti nel galà tricolore (arrivate a tagliare il traguardo quattro in maniera diretta dopo i rispettivi tornei regionali, dieci dopo gli spareggi e due al termine di altrettanti concentramenti) ci sarà spazio per quella che è la tradizionale (e storicamente dominante) componente del basket tricolore giovanile in rosa: ossia l’universo settentrionale. Ben undici delle sedici squadre qualificate sono al di sopra del Po con Lombardia ed Emilia-Romagna territori più rappresentati. Da un lato, spazio al Basket Costa (tra le possibili favorite), Geas Sesto San Giovanni ed Ororosa Bergamo, dall’altro Peperoncino Libertas (formazione ben conosciuta dal vivaio rossoblù per l’incrocio avvenuto in under 15), Basket Samoggia e Parma Basket Projetct. Due i team veneti – entrambi particolarmente accreditati – ossia Umana Reyer Venezia e Famila Basket Schio, uno quello friulano (Libertas School Udine) e ancora una formazione piemontese il Granda College Cuneo ed una ligure, la Cestistica Spezzina, club che riporta alla mente dei sostenitori rossoblù gli scontri nelle tre stagioni di A2 dei #fioridacciaio.

A completare il quadro la Fe.Ba. Civitanova Marche (altro team che riporta alla mente dei supporter campobassani tanti confronti di cadetteria), due formazioni capitoline quali il Basket Roma e la Stella Azzurra (avversarie delle junior nell’ultima serie B) e due team campani come il Minibasket Battipaglia (anche in questo caso ricordi della prima annata nella massima serie per i #fioridacciaio) ed il 75 Casalnuovo Basket.

SORTEGGIO E FORMULA. Martedì, intanto, c’è stato spazio presso la sede centrale della Federbasket per il sorteggio che ha definito i quattro gruppi della prima fase. Nella poule A Venezia, Parma, Bergamo e Casalnuovo, nel raggruppamento B Basket Roma, Samoggia, Udine e Sesto San Giovanni, in quello C Peperoncino Libertas, Civitanova Marche, Stella Azzurra e Cuneo e nel D, infine, Costa Masnaga, Schio, Battipaglia e La Spezia.

Dopo la cerimonia inaugurale di sabato sera dalle 19, domenica dalle 14 alle 20 spazio per gli otto confronti dei gironi. All’Arena le poule A e B con Venezia-Parma alle 14, Bergamo-Casalnuovo alle 16, Roma-Samoggia alle 18 e Udine-Sesto San Giovanni. Al PalaUnimol i raggruppamenti C e D con nell’ordine alle 14 Peperoncino Bologna-Civitanova Marche, alle 16 Stella Azzurra-Cuneo, alle 18 Costa Masnaga-Schio e alle 20 Battipaglia-La Spezia. I due gironi invertiranno le sedi lunedì con orari identici però e sfide tra vincenti e perdenti delle prime gare con martedì sfide tra vincenti e perdenti della prima giornata di gruppo A (14), B (16), C (18) e D (20) con confronti in contemporanea sulle due sedi (le vincenti a Selvapiana, le perdenti al PalaUnimol). La prima di ogni poule andrà ai quarti, seconde e terze al barrage del mercoledì (unica sede l’Arena, riferimento complessivo sino alla fine) con accoppiamenti tra gironi A e B e C e D e poi giovedì i quarti (quattro gare con il solito format orario), venerdì le semifinali alle 18 alle 20, sabato, infine, finalina alle 16 e finalissima alle 18.30 con al termine le premiazioni.