AVIS Termoli, “il donare di Pasqua”: due giornate dedicate al coinvolgimento dei giovani 

La  Santa Pasqua è alle porte con il suo messaggio di Resurrezione che questa volta prova anche ad esorcizzare la guerra in atto. L’occasione della principale solennità del cristianesimo  è preziosa per mostrare, ognuno nel proprio piccolo, se non altro la capacità di contribuire a diffondere messaggi di solidarietà e fare la propria parte per fare educazione civica e comunità. 

L’AVIS  Termoli sa che i giovani, il nostro futuro, sono i migliori ambasciatori della Pace delle Palme e immagine della Resurrezione pasquale della società martoriata  e allora  ci mette il solito impegno e tra la Domenica delle palme e la Pasqua stessa inserisce due giornate dedicate al coinvolgimento dei giovani e ad opporsi ai venti di guerra con la donazione di sangue: venerdì 8 il partner sarà l’istituto alberghiero F.  Di Svevia, già grande risorsa per raccolta di sangue e plasma, al punto da innalzare notevolmente  le donazioni da parte di  giovani entro i 18 anni di età; 25 i ragazzi e le ragazze del Progetto scuola andranno in sala donatori per il nobile gesto.

Lunedì 11 invece sarà la sezione termolese degli arbitri, rappresentata dal nostro  fischietto Luca Massimi, a donare  con i suoi giovani arbitri. In questa occasione ci sarà una sorpresa per uno dei giovanotti, di quelle grandi per davvero.

La sezione termolese dei donatori di sangue, reduce da due giorni di riuscitissimi me celebrazioni per i 40 anni di attività, augura a tutti una serena e santa Pasqua e ringrazia tutti coloro che dedicano un po’ del loro tempo per contribuire agli straordinari risultati puntualmente ottenuti nella raccolta di sangue.