Audizione commissari sanità, «Solo un atto dovuto senza risposte puntuali»

A parlare il presidente del Comitato San Timoteo, Nicola Felice

REDAZIONE TERMOLI

«È appena terminato l’audizione dei Commissari alla sanità sul nuovo P.O. 2019/21-commenta il presidente del Comitato San Timoteo di Termoli, Nicola Felice- Non si è appurato nulla di particolare ne qualcosa di più di quanto si è già potuto rilevare dalla bozza che da giorni circola. Sono stati espressi solo gli aspetti generali della programmazione rimandando ai successivi decreti  la definizione puntuale della rete ospedaliera, con i vari posti letto da assegnare e delle specialistiche che saranno mantenute. Stesso discorso vale per la medicina territoriale e quant’altro. A domande specifiche formulate dai consiglieri intervenuti, ci sono state risposte  non puntuali e per lo più dovute. Del resto era da immaginarsi che la seduta non poteva che essere un atto dovuto da parte di tutti. Un rammarico resta, quello che i Comitati pur presenti non hanno avuto modo di esprimersi. Si poteva tranquillamente restare nelle proprie case e seguire l’evento on line. Ciò che faremo nel pomeriggio per quello che attiene la seconda  parte:    consiglio regionale monotematico sulla sanità. Visto l’andazzo, è presumibile che il nuovo Piano Operativo giungerà con l’ Avvento di Gesù Bambino, se non proprio come “botto” di fine anno».