Arrestato e scarcerato ruba subito due auto, 21enne torna dietro le sbarre

Il giovane era già finito in manette per aver sottratto uno scooter ad una ragazza in pieno centro a Termoli

Pma

TERMOLI

Erano da poco passate le 14.40 di giovedì, 6 giugno, quando un 21enne bulgaro esce dal carcere di Larino, dove era stato condotto domenica 2 giugno, poiché sorpreso ed inseguito dai Carabinieri della Sezione Radiomobile di Termoli a rubare lo scooter di una ragazza in una piazza centrale della cittadina costiera.
Il giovane al fine di rientrare in Puglia, anziché servirsi dei mezzi pubblici, si è impossessato dell’auto di una donna residente a Larino per mettersi in strada e fare ritorno a casa.
Una volta arrivato a Termoli, il giovane si accorge che la spia della benzina segna rosso già da alcuni chilometri e decide così di parcheggiare il veicolo dinanzi un’officina per appropriarsi di un altro, il più comodo, presente nel parco auto a disposizione. Si tratta di una piccolissima utilitaria di proprietà del titolare dell’attività commerciale, che non riconosce il giovane quale cliente e lo vede fuggire a bordo della sua auto.
Anche in questo caso, la tempestiva richiesta di aiuto ai Carabinieri è stata fondamentale, poiché una gazzella della Sezione Radiomobile, ormai avvezza a tali attività di prevenzione, una volta ricevuta la nota di ricerca, si è diretta a forte velocità in direzione Puglia e in agro di Campomarino ha intercettato l’uomo in fuga, che alla vista dei lampeggianti, ha accelerato con l’intento di seminare i militari a bordo della gazzella.
Il giovane spericolato alla guida del mezzo ha persino tamponato un veicolo condotto da una donna accompagnata dalla madre anziana. Non senza difficoltà i militari riescono a sorpassare il fuggitivo ed a bloccarlo dopo circa dieci chilometri di inseguimento. Una volta braccato, il ragazzo ha cercato di proseguire la fuga a piedi, ma prontamente fermato, è stato condotto nella Caserma di Via Brasile e dopo le formalità di rito associato nuovamente alla Casa Circondariale di Larino, dalla quale era uscito qualche ora prima – con l’obbligo di dimora nel suo comune – dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria cui risponderà nuovamente della rapina impropria con recidiva.
Entrambi i veicoli, una volta recuperati, sono stati restituiti ai legittimi proprietari che, increduli, hanno apprezzato la prontezza e l’efficacia dei Carabinieri.
Per le donne vittime del tamponamento per fortuna solo tanto spavento e nessuna lesione. Certo è che la guida spericolata del giovane, tra l’altro anche privo di patente, avrebbe potuto causare conseguenze ben più gravi agli altri automobilisti che viaggiavano lungo l’arteria, solitamente sempre molto trafficata a quell’ora del pomeriggio da chi rientra dal lavoro.
Fondamentale, ancora una volta, la segnalazione che il cittadino ha effettuato al 112 e che i Carabinieri della Compagnia di Termoli si auspicano essere sempre più numerose.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli