Arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, l’indagato resta in carcere

Il legale presenterà istanza ai giudici del Tribunale del Riesame

È stata confermata la misura cautelare in carcere per l’uomo arrestato la settimana scorsa dagli agenti della Polizia di Stato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. All’esito dell’interrogatorio, il legale del 30enne, l’avvocato Silvio Tolesino, aveva chiesto la revoca della misura in carcere. Richiesta rigettata. L’avvocato ha già preparato istanza ai giudici del Tribunale del Riesame che sarà presentata nelle prossime ore.  Stando alle accuse il giovane avrebbe avuto delle condotte violente ai danni della coniuge e dei figli minori. Secondo l’avvocato sarebbero presenti diverse incongruenze in merito alla descrizione di una personalità violenta.