Area di crisi complessa, un decreto per la provincia di Isernia

Lo ha comunicato il vicepremier Di Maio. Probabile lo sblocco dei fondi per ex Ittierre e rilancio del tessile

REDAZIONE

Riguarderà anche la provincia di Isernia il decreto sulla tutela del lavoro e la risoluzione delle crisi aziendali. Lo ha comunicato il vicepremier e Ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, in una diretta facebook di pochi minuti fa. Probabilmente già mercoledì il documento arriverà sul tavolo del Consiglio dei Ministri. «Sono in arrivo misure straordinarie per le aree di crisi complessa della Sicilia, di Blutec, della Sardegna e Isernia. È un decreto che riguarda la tutele del lavoro, tra cui i famosi riders, e le crisi d’impresa», ha spiegato Luigi Di Maio. Ancora non è stato svelato quali saranno le misure pensate per la provincia di Isernia. Molto probabilmente il provvedimento interesserà gli ex Ittierre in mobilità in deroga. Ad oggi, infatti, gli ex lavoratori dell’azienda tessile di Pettoranello non possono usufruire degli ammortizzatori sociali nonostante il governo abbia già trasferito il finanziamento per il loro pagamento alla Regione Molise. Colpa di un cavillo normativo inserito all’interno dell’ultima finanziaria che prevede la continuità del trattamento per ottenere le spettanze. In questi mesi si sono tentate diverse soluzioni. Della vicenda se n’è occupata anche la II Commissione consiliare regionale, la quale era giunta alla conclusione che la situazione sarebbe potuta essere sbloccata solo a livello nazionale. Gli ex lavoratori sperano che sia la volta buona. All’interno del decreto, inoltre, potrebbero essere state inserite misure per il rilancio del tessile in provincia di Isernia e dell’indotto industriale di Venafro-Pozzilli.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com