Arde il fuoco di Sant’Antonio Abate nonostante la neve

Questa volta lo “spettacolo” è andato in scena. Nonostante la neve si sono tenute le celebrazioni per Sant’Antonio Abate che erano state rinviate il 17 gennaio causa maltempo.  

E finalmente dopo due anni di silenzio è tornata la caratteristica festa di Sant’Antonio Abate, il tradizionale fuoco è tornato a scaldare il cuore di tutti i campobassani. La festività da secoli rappresenta un appuntamento immancabile durante il quale i campobassani veraci si ritrovano intorno al grande falò per onorare il Santo Eremita e iniziare con allegria il carnevale. Non è mancata mancata la parte gastronomica con cavatelli, salsiccia arrosto e fave cotte a cura degli scout del gruppo Agesci CB 5, e alle 20:30 lo spettacolo musicale di canzoni campobassane e maitunate curato da Nicola Mastropaolo denominato “Ulesse areturnà a Sant’Antuone”.  

Immagine di copertina: Letizia Colella