Apertura mese missionario straordinario: “battezzati e inviati”

Appuntamento il primo ottobre 2019 alla parrocchia San Timoteo di Termoli e in Cattedrale

REDAZIONE

Quest’anno Papa Francesco ha voluto sottolineare l’importanza della missione indicando il mese di ottobre come Mese Missionario Straordinario, per rilanciare l’impegno missionario “ad gentes” e rianimare la sensibilità di tutte le nostre comunità cristiane nei confronti della “missione universale” della Chiesa. L’appuntamento di apertura del primo ottobre di quest’anno (martedì) con tema “Battezzati e inviati” è in programma a Termoli presso la parrocchia di San Timoteo ed è stato pensato per valorizzare la figura di San Timoteo, scelto da San Paolo come compagno nei  suoi viaggi missionari e per venerare le sue reliquie custodite nella Cattedrale della città. 

Il programma, a cura dell’equipe diocesana per le missioni, prevede: alle 17 la recita del Santo Rosario e, a seguire, la presentazione delle realtà missionarie di alcune congregazioni di suore della nostra Diocesi. Seguirà la testimonianza di Padre Giulio Albanese, missionario comboniano, giornalista, direttore di Popoli e Missione. La giornata si concluderà in Cattedrale con la celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo, Gianfranco De Luca.

Le offerte raccolte durante la celebrazione saranno destinate alla Diocesi di Bafata (Guinea Bissau) per la realizzazione di un progetto per la valorizzazione dell’agricoltura, in particolare per l’acquisto di materiali per il lavoro pratico nell’orto: dalle sementi agli attrezzi vari (zappe, vanghe, innaffiatoi e altro). 

L’occasione per ricordare anche l’importanza della partecipazione  al convegno missionario di Abruzzo e Moliseorganizzato dal 4 al 6 ottobre 2019 a Lanciano (Chieti).