Antiterrorismo, al setaccio i luoghi d’aggregazione di stranieri

Nuovarreda

Stazione ferroviaria, terminal bus, centri di accoglienza, strutture ricettive, esercizi pubblici, centri commerciali: controlli a tappeto della Polizia nei luoghi di aggregazione di stranieri, finalizzati al monitoraggio degli ambienti radicali e all’acquisizione di informazioni utili a orientare i servizi di prevenzione.

Il Questore di Isernia Dott. Ruggiero Borzacchiello ha dato attuazione alle direttive ministeriali disponendo servizi di controllo straordinari di Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza. Gli uomini della Polizia di Stato, Digos, Volanti e Squadra Mobile, coadiuvati da Polfer e Reparto Prevenzione Crimine di Pescara, hanno passato al setaccio, per tre giorni, tutti i luoghi noti come centri di aggregazione di stranieri. Tra di loro, ormai è risaputo, potrebbero celarsi soggetti potenzialmente contigui all’estremismo islamico, che approfittano di contesti “tranquilli” per condurre attività illecite o nascondere contatti pericolosi.

Da anni nel nostro Paese per contrastare il fenomeno terroristico viene messa in campo una complessa macchina di intelligence a cui tutti forniscono il proprio apporto: dalle realtà più grandi ai centri più periferici. Nulla va sottovalutato per predisporre una efficace attività informativa di prevenzione, volta a evitare minacce alle istituzioni democratiche e all’ordine pubblico. Nei tre giorni sono stati controllati 1.360 veicoli e 556 persone, di cui 109 stranieri. Sono state elevate 39 sanzioni per violazioni al Codice della Strada e sequestrati 5 veicoli perché sprovvisti della prevista copertura assicurativa, con il contestuale ritiro di 6 documenti di guida/circolazione.

Un 65enne è stato, inoltre, denunciato per guida in stato di ebbrezza, con il conseguente sequestro dell’autovettura e ritiro della carta di circolazione e della patente di guida. Nel recepire i consensi della cittadinanza, si evidenzia il positivo riscontro dei servizi che verranno riproposti regolarmente anche nell’approssimarsi delle festività Pasquali.

 

Nuovarreda

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli