Ancora minacce e insulti al Pronto Soccorso, interviene la Polizia

Intensificati nel corso dell’ultima settimana i controlli da parte della Polizia di Stato: rafforzati in particolar modo nel corso del lungo “ponte” del 1° e del 2 novembre i servizi di prevenzione e controllo del territorio con l’impiego di pattuglie della Squadra Volanti, della Sezione di Polizia Stradale e del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara.

L’obiettivo del dispositivo, messo in campo dal Questore di Isernia Roberto Pellicone, è quello di garantire la sicurezza stradale in questi giorni in cui si verifica un sensibile incremento del numero dei veicoli in circolazione, soprattutto nell’azione preventiva, di controllo e di contenimento delle violazioni alle norme di comportamento alla guida, per assicurare la salvaguardia dell’incolumità fisica degli utenti della strada.

L’intensificazione della vigilanza stradale garantisce, nel contempo, un tempestivo intervento di assistenza e soccorso agli utenti della strada in caso di situazioni emergenziali dovute all’intensità del traffico, ad incidenti o a condizioni meteorologiche avverse.

68 i posti di controllo effettuati nel corso del ponte lungo sulle principali arterie della provincia e nei centri urbani di Isernia e Venafro: controllati 836 persone, delle quali 155 con precedenti di polizia, e 509 veicoli. Contestate 53 infrazioni al Codice della Strada, 2 i veicoli sequestrati e 3 i documenti di guida/circolazione ritirati.

Uno dei casi di veicoli sequestrati riguarda un 31enne di Isernia fermato da personale della Sezione di Polizia Stradale alla guida della sua autovettura: l’etilometro ha evidenziato un tasso alcolemico superiore al limite consentito. L’uomo è stato  denunciato all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza alcolica.

In città, è stata anche intensificata l’attività di vigilanza presso la locale Stazione Ferroviaria ed il terminal bus.

Proprio alla stazione ferroviaria, gli agenti della Squadra Volante sono intervenuti in ausilio di personale di Ferrovie dello Stato Italiane: un giovane si era rifiutato di esibire il titolo di viaggio e i documenti di identità. Gli agenti lo hanno accompagnato presso gli Uffici della Questura dove è stato identificato: il 19enne, di nazionalità egiziana, ospite di una comunità della zona, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria perché non aveva con sé alcun documento di identità né di soggiorno, come invece prescritto dall’art. 6 del Testo Unico sull’Immigrazione.  

Lungo intervento quello di sabato notte al Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Isernia: gli agenti, giunti poco dopo l’una per segnalazione di persona che minacciava e infastidiva, hanno presidiato il Pronto Soccorso fino alle 8 del mattino a tutela del personale medico e dei pazienti. Solo a quell’ora, infatti, l’uomo, un 46enne residente in provincia già conosciuto dagli operatori per comportamenti analoghi e sottoposto al divieto di ritorno in città, si è calmato e ha fatto rientro nella sua abitazione. E’ stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per la violazione del Foglio di Via Obbligatorio del Questore di Isernia, con richiesta di aggravamento della misura di prevenzione.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com