Anche l’Unimol si unisce alla protesta a ‘colpi di forbice’ per le donne dell’Iran

Anche l’Università degli studi del Molise aderisce a ‘Una ciocca per tutte le donne dell’Iran’. Dal 24 al 30 Novembre, presso il polo bibliotecario museale dell’Università a Campobasso, saranno raccolte le ciocche donate dalle donne, un gesto per “manifestare deciso dissenso nei confronti di ogni violenza” in solidarietà con le donne dell’Iran. Ci sarà anche un quaderno dove scrivere brevi riflessioni. Una protesta “a colpi di forbice” che viene portata avanti in tutto il mondo. Un gesto simbolico contro l’oppressione a seguito della morte della ventunenne Masha Amini, uccisa perché non portava l’hijab nella maniera corretta. Le ciocche raccolte saranno consegnate all’Ambasciata della Repubblica islamica dell’Iran. Anche Angela Di Burra, presidente della Commissione regionale per la parità e le pari opportunità Molise ha voluto partecipare a questo movimento di protesta per trasmettere solidarietà e appoggio alle donne che in Iran stanno lottando.