Amministrative, centrodestra tra transfughi, Primarie e scelte dall’alto

Nell’aria il pericolo di riempire le liste di «fuori usciti del centrosinistra». Il monito di Zaami (PrimaTermoli). VOTA IL SONDAGGIO

Dimensione srl 3×1

REDAZIONE TERMOLI

La questione è tornata di strettissima attualità alla luce anche delle dichiarazioni rilasciate dal consigliere del MoVimento 5Stelle, Nick Di Michele, sulla possibilità di apertura dei pentastellati ad una coalizione con civiche che abbiano al loro interno i “fuoriusciti” dagli altri partiti. D’altronde in un momento storico nel quale tutto è il contrario di tutto e dove “cambiare casacca” è facile come bere il più classico dei bicchieri d’acqua, è semplice assistere ai “ribaltoni” dell’ultima ora. Lo sa bene Antonio Di Brino che, spodestato da quattro “dissidenti” e fatto cadere nel cuore della notte, ha ritrovato quegli stessi quattro dissidenti candidati alle successive amministrative nelle fila del centrosinistra. E siccome il detto recita che “sbagliare è umano, perseverare è diabolico” nel centrodestra, o almeno in una parte di esso, si cerca di evitare il “fiume in piena” dei transfughi. E’ il caso di PrimaTermoli, movimento civico nato per azione del giovanissimo Christian Zaami. «Abbiamo già detto e ribadito di essere contrari a qualsiasi forma di provenienza dal centrosinistra di tutte quelle persone che hanno appoggiato le amministrazioni Sbrocca, Frattura e Veneziale alle scorse regionali», ha affermato Zaami conscio del fatto che, in realtà, di “salti della quaglia” le liste del centrodestra potrebbero essere piene. D’altronde al momento, in base anche a quello che è il trend nazionale, la coalizione di Salvini e compagni risulta essere la più “gradita” a pari merito con il MoVimento 5Stelle. A Termoli, però, di certezze ce ne sono poche sia sulla scelta del candidato sindaco sia sulla composizione della coalizione che concorrerà alle prossime amministrative. Diversi i nodi da sciogliere, a iniziare dalla posizione della lista dell’assessore regionale Vincenzo Niro che cinque anni fa aveva appoggiato la candidatura del sindaco Sbrocca, per continuare con le trattative e i tavoli fermi ancora al “caro amico ti scrivo”. «Diciamo che le trattative stanno andando avanti facendo un determinato tipo di ragionamento con tutte le forze che appartengono all’alveo del centrodestra – ha affermato Zaami – ragionando non tanto sul candidato sindaco quanto sui programmi che proprio il candidato sindaco dovrà rispettare». Due, però, i requisiti a cui, al momento, PrimaTermoli non intende proprio rinunciare: il no ai trasfughi, a maggior ragione come candidati sindaco, e il no alle imposizioni dall’alto. «Calare dall’alto una candidatura significa che questa non è condivisa dagli attori politici e dalle persone che sono impegnate sul territorio – ha affermato Zaami – è chiaro che a Termoli vogliamo essere partecipi della scelta del candidato». E come in tutti i piani strategici che si rispettino Zaami ha pronto anche quello di “riserva” nel caso in cui, alla fine, la quadra del cerchio su un nome proprio non si dovesse trovare. «Si potrebbe ricorrere alle Primarie così come avvenuto a Foggia e a Bari. Chiaramente vanno regolamentate in modo tale da favorire una più ampia partecipazione non solo degli addetti ai lavori ma anche dei cittadini». La ricetta ideale in tal senso sarebbe «una sola giornata, gratis per tutti quanti, quindi senza dover pagare due euro perché i cittadini chiedono di essere chiamati a partecipare alla vita della città e riabilitati da quella che può essere la più grande espressione di democrazia». E se per il centrodestra sarebbe una prima assoluta considerando che «appartiene come espressione sicuramente più al Pd e al centrosinistra», per Zaami ci sarebbe ancora il tempo materiale per poterle organizzare. La domanda, però, nasce spontanea: come evitare che diventino la catapulta  ideale per la candidatura dei tanto “odiati” transfughi? «Ovvio, questo pericolo c’è. Ma se vengono strutturate bene lo si può evitare».

Vota il sondaggio qui sulla nostra pagina Facebook per dire la tua.

 

Dimensione srl 3×1

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli