Amichevole di calcetto fra ragazzini di Agnone e Poggio Sannita

Un bellissimo pomeriggio di sport in amicizia, è stato vissuto ieri (venerdì, 31/7) ad Agnone, fra i ragazzi della Robur Agnone e quelli di Poggio Sannita. Dopo ‘l’andata’ disputatasi il 18 luglio scorso a Poggio, ‘il ritorno’ ad Agnone in un torrido pomeriggio di fine luglio, nella location d’eccezione del country club Sabelli, nel cuore del bosco di località Civitelle, la cui frescura ha mitigato solo parzialmente il gran caldo. 

Un’unica gara in programma, nel quadro di periodici step sportivi che a Poggio Sannita come ad Agnone, un gruppo di genitori e amici spontaneamente, si propone di organizzare per far trascorrere in sicurezza a bambini e ragazzi, questa faticosa estate post Covid. 

L’amichevole di calcetto pur non avendo alcun valore agonistico, ha messo in luce alcune individualità molto interessanti in ambedue gli schieramenti. Campioncini in erba che si sono fatti ammirare per alcune applaudite giocate. Ma tutti i ragazzi in campo si sono fatti apprezzare per il loro senso di amicizia e l’impegno, sottolineando anche il loro educato comportamento, non sempre scontato. Ampio merito in tal senso va alle due prestigiose conduzioni tecniche che hanno saputo imbastire, mettere in campo, dirigere benissimo, i ragazzini (in totale una ventina) sempre attenti ai loro suggerimenti. Alla guida della Robur due grandissimi del calcio agnonese Antonio Orlando e Vittorio Patriarca. I poggesi, invece sono stati affidati all’ormai consolidato tandem Eliodoro Mancini – Giulio Ricci, anche loro dai ragguardevoli passati calcistici. 

Ottimo anfitrione Maurizio Sabelli (già presidente dell’Olympia Agnonese, neo dirigente della Vastese calcio, serie D Nazionale) che oltre a mettere a disposizione lo splendido impianto di famiglia, insieme ad altri genitori ha organizzato, come meglio non si poteva, l’evento (precauzioni Covid incluse) conclusosi con il classico e riuscitissimo “terzo tempo” presso un noto locale del centro cittadino.