Alunni-giardinieri adornano di aiuole la villa comunale

Attivamente 2

Hanno potuto seguire da vicino il ciclo della creazione di concime naturale, il compost, partendo dai rifiuti del cosiddetto ‘umido’ e dagli scarti verdi. E ieri, in conclusione del progetto ‘Crea la tua aiuola’, gli alunni di ‘San Giovanni Bosco’ e ‘Giovanni XXIII hanno’ creato una colorata aiuola di fiori, a forma di quadrifoglio, all’interno della villa comunale di Isernia. Il progetto è stato promosso dalla Prefettura di Isernia insieme al Comune di Isernia, alla ‘Smaltimenti Sud’ e alla ‘Cooperativa Lai – lavoro anch’io’.

Obiettivo dell’iniziativa è stato quello di far comprendere alle giovani generazioni le pratiche virtuose che consentono da un lato di ridurre la quantità di rifiuti da condurre in discarica e dall’altro di trasformare in qualcosa di utile i materiali di scarto. La Prefettura ha inteso lanciare tale progetto perché, ha spiegato il prefetto Fernando Guida, “crediamo fermamente nel riciclo di tutti i materiali che vengono attualmente scartati e siamo sicuri che solo coinvolgendo con progetti di educazione ambientale le giovani generazioni potremo contribuire a creare un mondo migliore, libero dai rifiuti che attualmente ci sommergono. A questo progetto hanno collaborato attivamente con la Prefettura il Comune di Isernia, la ‘Smaltimenti Sud’ e la ‘Cooperativa Lai’.

Sono rimasto molto sorpreso dall’entusiasmo che hanno dimostrato gli alunni e gli insegnanti dei due istituti scolastici. Sono certo che, se i ragazzi continueranno ad applicarsi con l’entusiasmo che hanno dimostrato in questo progetto, sicuramente potranno assicurare a se stessi e agli altri un mondo migliore”. La referente del progetto per la ‘Smaltimenti Sud’, Carmen D’Antonino, ha illustrato i dettagli organizzativi del percorso. Lei stessa ha portato avanti le attività di formazione e didattica presso le scolaresche interessate, nel corso dell’intero anno scolastico. Attività pratiche e teoriche effettuate con il kit fornito dall’azienda agli alunni. Il Compost prodotto dagli alunni è stato inserito nell’apposita cassetta di legno, decorata dagli stessi studenti, insieme al terreno. Anche le piante di fiori sono state fornite dalla ditta che cura il ciclo della differenziata in città, che pochi giorni fa ha anche eseguito le operazioni di pulizia del laghetto della villa. “Le scuole primarie e medie di Isernia – ha sottolineato Carmen D’Antonino – hanno realizzato tutta la pratica del compostaggio all’interno delle loro classi. La ‘Smaltimenti Sud’ ha fornito loro delle compostiere per realizzare tutto il processo dei rifiuti, degli scarti organici.

E hanno capito come si può trasformare un rifiuto organico in compost, quindi in terreno fertile su cui piantare delle bellissime piantine. In villa hanno portato le piante per formare una splendida aiuola. È stato un percorso importante a livello di sensibilizzazione e comunicazione, come le altre attività che stiamo svolgendo, proprio per insegnare loro che il compostaggio non è solamente un processo di riciclo, ma anche una trasformazione di materie prime in materie prime seconde, importante per suolo e terreno”. La cooperativa Lai, invece, ha realizzato degli orti presso due sedi scolastiche, i cui risultati saranno visibili all’inizio del prossimo anno scolastico. Nino Santoro, presidente della Cooperativa, ha detto: “Il centro socio-educativo della cooperativa Lai ha proseguito nel lavoro del laboratorio orto-botanico e, il ruolo preciso, è quello di costruire e realizzare due piccoli orti botanici nelle due scuole primarie di San Lazzaro. Cosa che è stata fatta all’inizio del mese di maggio. A settembre, presso le scuole, presenteremo l’iniziativa perché è quello il momento in cui le produzioni saranno più ‘colorate’. I nostri tecnici hanno piantato peperoni, zucche, tutti prodotti che fanno sì che i bambini possano vedere i colori. Tutto ciò li aiuta a comprendere come dal compostaggio può essere realizzato un orto, con i prodotti che poi arrivano sulle nostre tavole”. L’aiuola realizzata ieri sarà poi completata con un tappeto erboso centrale, che sarà sistemato in questi giorni.

 

Scinocca

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli