Altilia, la nota della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio

In replica alla notizia pubblicata online dal titolo “La zona archeologica di Altilia in stato di completo abbandono”, la Soprintendenza Belle Arti, Paesaggio e Archeologia del Molise, precisa che «la cura e l’attenzione che l’Amministrazione ha da sempre riservato e continua a riservare all’area archeologica di Altilia-Saepinum non è venuta meno nei mesi appena trascorsi. Riguardo al pronunciato sviluppo del manto erboso e della vegetazione è doveroso segnalare che l’attuale situazione è stata generata da un allungamento dei tempi di espletamento della gara d’appalto per lo sfalcio e la pulizia dell’area, collegato alle necessarie garanzie di legge che l’Amministrazione deve fornire ai partecipanti. La Soprintendenza, mediante l’utilizzo di economie di spesa, ha in ogni caso garantito l’accessibilità dei percorsi principali, consentendo ai visitatori di fruire i servizi e i monumenti di maggiore rilievo. A ulteriore dimostrazione della costante attenzione riservata all’area di Altilia, si segnala che la Soprintendenza ha in cantiere numerose attività di ricerca e di potenziamento dei servizi rivolti al pubblico, finalizzati a una migliore fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale. Tra le attività in corso e di prossima conclusione si segnalano: Approfondimento delle ricerche nell’area del tempio su alto podio che affaccia sul Foro, i cui risultati saranno presentati in occasione delle giornate europee del patrimonio e di giornate aperte al pubblico. Progettazione di un nuovo spazio espositivo destinato a ospitare reperti epigrafici e scultorei; Allestimento di una mostra permanente sulla storia degli scavi dell’area archeologica, con materiali di archivio e contenuti multimediali. Inoltre, nonostante le problematiche e grazie a una positiva sinergia con gli enti territoriali, le associazioni e le istituzioni culturali, nel corso della stagione estiva che volge al termine diversi spazi dell’area archeologica hanno ospitato eventi culturali che hanno attratto un pubblico numeroso. Tali appuntamenti continueranno nelle prossime settimane. Da questo punto di vista l’offerta culturale dell’area è stata nettamente potenziata rispetto agli anni precedenti, grazie al forte impegno del personale della Soprintendenza, che spesso ha dato la sua disponibilità a prolungare il proprio orario di servizio per raggiungere questo obiettivo».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com