Allarme fiume Carpino. Gli imprenditori: “Nostre aziende a rischio”

La Vespa

PETTORANELLO. Ancora allarme e rischio tracimazione per il fiume Carpino. L’allarme è stato rilanciato in queste ore dall’imprenditore Luciano Perna, ex sindaco del comune pentro che ha effettuato un sopralluogo presso gli argini del fiume con altri imprenditori della zona. Purtroppo già nei giorni passati, causa le abbondanti piogge, annunciate comunque da tempo, l’argine si è rotto in una zona abbastanza ampia e le acque fluviali ingrossate hanno attraversato le campagne e si sono riversate nei piazzali delle varie aziende presenti in loco. Lo stesso episodio si è verificato quest’oggi.

La segnalazione è giunta dallo stesso Perna. Purtroppo si potrebbero arrecare gravi danni alle aziende presenti sul territorio locale. L’imprenditore ha contattato nella giornata odierna anche gli uffici del demanio della Regione Molise, dove la risposta è stata secca, come riferito dallo stesso Perna: “Non ci sono fondi per ora per questo tipo di intervento e non si potrà, almeno per ora, intervenire nemmeno con la somma urgenza”. Questione che si è spostata nel pomeriggio presso la Prefettura di Isernia, dove gli imprenditori di Pettoranello accompagnati dal sindaco Andrea Nini, anch’esso intervenuto sulla vicenda nei giorni scorsi, hanno chiesto un incontro con il Prefetto Fernando Guida.

 

La Vespa

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli