Allarme contagio Rom, il sindaco: «A Isernia nessun infetto»

Dura presa di posizione di Giacomo d’Apollonio, in riposta all’allarme lanciato sui Social da Giovancarmine Mancini: «A causa delle voci allarmistiche lanciate attraverso i social circa presunti e non meglio specificati contagi fra i Rom di Isernia che avrebbero avuto rapporti con i Rom di Campobasso, mi vedo costretto ad intervenire per tranquillizzare i miei concittadini e per chiarire che, allo stato, non vi sono casi del genere ufficializzati dall’Asrem né notizie accertate su contatti interpersonali effettivamente avvenuti fra i Rom delle due città in occasione d’un recente funerale. In questi ultimi tre giorni, durante i quali ho anche firmato una specifica ordinanza a tutela della salute pubblica, sono stato costantemente in contatto con il Direttore generale Florenzano e con la Questura di Isernia per monitorare, a scopo preventivo, eventuali emergenze sanitarie.
L’Asrem mi ha assicurato che sono previsti tutti gli accertamenti del caso e, se necessario, verranno doverosamente eseguiti gli indispensabili tamponi, procedendo secondo i protocolli, in modo mirato e con la giusta tempistica.
Al momento, la situazione è sotto controllo. Tuttavia, in attesa delle verifiche e degli sviluppi delle indagini mediche, c’è massima attenzione e totale opera di profilassi precauzionale».