Al via il Progetto “e.RA DIGITALE”: i pericoli del web

L’Adoc Molise inizia la campagna informativa

È iniziata la campagna informativa per gli studenti degli istituti superiori di primo e secondo grado sull’uso consapevole di internet nell’ambito del progetto“e-RA Digitale” nato da un’idea di alcune delle maggiori Associazioni a difesa dei consumatori, tra cui l’ADOC. e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico.Si tratta di un grande progetto nazionale che ha l’obiettivo di informare i più giovani sui rischi sottostanti ad un non corretto utilizzo dei servizi internet, su come tutelarsi nei confronti dei furti di identità e sui diritti dei consumatori rispetto agli acquisti on-line e ancora fornire loro indicazioni per contrastare il fenomeno della pubblicità ingannevole e delle fakes news. La tecnologia digitale oggi, ha un grande impatto sulla comunicazione e sui suoi mezzi, potenziando il “raggio d’azione” di quelli già esistenti e creandone di “nuovi”, come i social network. Le possibilità di informarsi e conoscere sono cresciute esponenzialmente e la nostra vita quotidiana è pervasa di dati, notizie e comunicazioni di vario genere che ci arrivano da fonti diverse: la televisione, Facebook, Twitter, i blog che seguiamo, la stampa cartacea e digitale, la radio, i cartelloni pubblicitari. Nell’arco di una giornata riceviamo moltissimi stimoli informativi, tanto che spesso può diventare difficile distinguere ciò che è davvero rilevante da ciò che non lo è, così come individuare un’informazione veritiera e attendibile da una notizia falsa. E questo è vero a maggior ragione per i più giovani, che a volte non possiedono gli “strumenti” giusti per farlo. Il progetto “e-RA DIGITALE: il consumatore incontra il web”, si pone come obiettivo generale quello di tutelare gli utenti, in qualità di consumatori, dai rischi derivanti dall’utilizzo non corretto delle tecnologie digitali e dalle transazioni economiche effettuate on-line.

Noi dell’Adoc – sostiene Nicola Criscuoli dell’Adoc Molise – “riteniamo che il modo migliore per tutelare i giovani non sia proteggerli da questi messaggi ma far acquisire loro le competenze necessarie a comprendere i meccanismi dei mezzi di comunicazione per imparare ad usarli e interpretarli nel modo corretto. Lo scopo degli incontri nelle scuole è proprio questo: far comprendere agli studenti l’alfabetizzazione mediatica”.

I primi due appuntamenti sono fissati per martedì 3 dicembre 2019 dalle ore 9.00 alle 11.00 e giovedì 5 dicembre 2019 dalle ore 11.00 alle 13.00 presso l’Istituto IISS “Alberghiero” Bojano – sede IPSEOA di Vinchiaturo: in tali occasione il consulente Adoc, dott. Vincenzo Lena, esperto nella materia, incontrerà gli studenti ed aiuterà gli studenti ad individuare i rischi del web e ad evitare i pericoli della “rete”, cercando di far acquisire ai ragazzi le competenze necessarie a comprendere i meccanismi dei mezzi di comunicazione per imparare ad usarli e interpretarli nel modo corretto.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com