Al Macte la mostra di opere d’arte di una collezione privata: il 4 giugno l’inaugurazione

Con L’esca, Il MACTE porta a Termoli circa 30 opere di arte contemporanea che provengono da una collezione privata. Per la prima volta viene presentata al pubblico una selezione di lavori di artisti che sono emersi dal panorama dell’arte italiana negli anni Novanta.

Le opere in mostra – attraverso diversi linguaggi artistici, che vanno dalla scultura alla pittura all’installazione – incarnano nuovi approcci critici, giocosi, narcisi e hanno in comune una insofferenza a materiali e tecniche tradizionali in favore di una vena dissacratoria, introspettiva o entrambe.


Il titolo fa riferimento al colpo di fulmine che si instaura tra il collezionista e l’artista attraverso l’opera d’arte: la mostra racconta di relazioni costruite negli anni con gli artisti negli studi, nelle gallerie e negli spazi espositivi in diverse città italiane. Un avvicinamento all’arte che comincia proprio nella città di Termoli con l’esperienza di prima mano delle opere di Premio Termoli ammirate dal vivo e ora presenti nella collezione permanente del MACTE.

Un’ audioguida realizzata appositamente per la mostra racconta episodi legati alle opere in esposizione e di come alcune di esse sono entrate nella collezione.

L’esca

Opere da una collezione privata

5 giugno – 11 settembre 2022

Con opere di Mario Airò, Stefano Arienti, Francesco Bernardi, Monica Bonvicini, Maurizio Cattelan, Mario Dellavedova, Miltos Manetas, Eva Marisaldi, Amedeo Martegani, Liliana Moro, Alessandro Pessoli, Paola Pivi, Lorenzo Scotto Di Luzio, Alessandra Tesi, Tommaso Tozzi, Vedovamazzei, Luca Vitone, Sislej Xhafa 

inaugurazione sabato 4 giugno ore 18–20