Agnone, niente più medici di Isernia
al Pronto Soccorso del San Francesco Cracciolo

Medici di Isernia esonerati dai turni al punto di primo soccorso dell’ospedale di Agnone, fino ad oggi garantiti dai sanitari del Pronto Soccorso del Veneziale. Il servizio sarà assicurato da un medico vincitore di un avviso pubblico al San Francesco Caracciolo e da un medico in trasferta, a turno, dal Cardarelli di Campobasso.
Resta l’altra emergenza, quella di Pediatria. Com’è noto, uno dei due pediatri si trasferirà in Campania per prendere servizio in un altro ospedale. L’altra unità, responsabile dell’Unità Operativa, va invece in pensione. Ragion per cui nel giro di poche settimane il servizio sarà sguarnito di medici di ruolo, con conseguenze devastanti, perchè entra in zona rischio anche il Punto Nascite, dove è prevista la presenza obbligatoria di un pediatria in sala parto. Senza pediatra non si nasce più a Isernia, le gestanti dovranno tutte andare a Campobasso.