Acqua sempre più “salata”. Egam, parte la società di gestione: nominato il Cda della Grim

In vista bollette dell’acqua sempre più salate per le povere famiglie molisane. Infatti, ai già previsti costi di gestione, necessari a mantenere in vita la struttura tecnico-burocratico-amministrativa dell’Egam, si aggiungono ora i fondi che serviranno per far funzionare il sistema a valle. Qui il “colpo di genio”. L’Egam, non badando a spese, tanto pagheranno i consumatori, invece di gestire il tutto in proprio, dà vita ad una seconda società, nuova di zecca: la Grim. Chiaramente la Grim avrà il suo bel Cda, dove sono stati nominati nomi abbastanza famosi e conosciuti della cosiddetta Nomenclatura molisana.
Il nuovo Consiglio di Amministrazione della Grim – Gestione Risorse idriche Molise – è infatti composto da: Massimo Saluppo, Carmen Parmentola, Nella Caruso, Marco Chiaverini e Rita Menna.
All’interno del nuovo CdA le nomine fanno riferimento in modo particolare ai centri più grandi della regione: Campobasso, Isernia e Bojano, oltre a un rappresentante dell’azienda speciale di Molise Acque.
Le nomine sono state decise dai vertici dell’Egam, ovvero il sindaco di Bojano, Ruscetta, ed i sindaci di Campobasso e Isernia: Gravina e Castrataro. Quindi, ricapitolando, sulle prossime bollette dell’acqua aspettiamoci rincari mai visti: bisognerà mantenere in piedi non solo Molise Acque, ma anche l’Egam e la Grim, pagando – com’è giusto che sia – gettoni e indennità per dirigenti e amministratori.