Accusati di estorcere denaro a un medico: il 14 maggio primi testimoni in aula

Ha preso il via nella mattinata odierna (venerdì 9 aprile 2021) il processo a carico della coppia, residente a Campobasso, accusata di estorcere denaro ai danni di un medico beneventano (ma domiciliato nel capoluogo di regione). Durante la prima udienza c’è stata la costituzione delle parti (il professionista, attraverso il proprio legale, si è costituito parte civile). Il giudice ha poi aggiornato l’udienza al prossimo 14 maggio quando saranno ascoltati i primi testi in aula. La coppia (assistita dall’avvocato Tolesino) è stata arrestata dai militari dell’Arma lo scorso gennaio: per i due l’accusa di estorsione aggravata e continuata. Stando alla ricostruzione effettuata dagli inquirenti la coppia avrebbe approfittato della benevolenza del medico: non solo sarebbero riusciti a farsi produrre, gratuitamente, una pratica per il riconoscimento di invalidità ma avrebbero anche estorto del denaro al medico. Per la coppia, attualmente in libertà c’è solo l’obbligo di non avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa. La vicenda, dunque, tornerà in aula il prossimo 14 maggio quando, come detto, saranno ascoltati i primi testi in aula.