Accoglienza e integrazione l’esperienza dello Sprar di Venafro

“Come comunicare le diversità culturali e l’integrazione”: è questo il titolo del convegno che si è tenuto quest’oggi, a Venafro, presso la sala convegni della Palazzina Liberty. Ad organizzarlo lo Sprar/Siproimi di Venafro, di concerto col Comune di Venafro e col patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Molise, l’ordine degli Psicologi del Molise e l’Ordine degli Assistenti Sociali del Molise. In concerto col Comune di Venafro e col patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Molise, l’ordine degli Psicologi del Molise e l’Ordine degli Assistenti Sociali del Molise. L’evento tematico ha avuto quale punto focale la comunicazione, in tutte le sue forme, attraverso la quale vengono portate a conoscenza le diversità culturali e attraverso la quale si comunica coi soggetti aventi una differente cultura, coloro che effettuano un percorso di integrazione all’interno della nostra società e, in particolare, nel nostro territorio. Sono state approfondite quelle che sono le tematiche legali, terminologiche, sociali, culturali, comunicative delle diversità culturali, i centri Sprar, i suoi ospiti, anche alla luce di numerosi fatti di cronaca nazionali e locali. Giornalisti, esperti, figure professionali del settore e operatori si sono confrontati su di un tema di grande attualità. Si è parlato del protocollo deontologico per una corretta informazione sui temi dell’immigrazione, siglato nel 2008 dall’Ordine dei Giornalisti e la Federazione Nazionale Stampa Italiana e di quelli che sono gli stereotipi e i pregiudizi nei confronti di una cultura diversa e la questione legata a intolleranza e odio razziale. Per quanto concerne la comunicazione coi soggetti in fase di integrazione, è stata evidenziata l’importanza di un approccio efficace con loro stessi, al fine di un risultato efficiente che possa fornire gli strumenti adeguati per giungere a un inserimento positivo all’interno del tessuto sociale di un Paese culturalmente differente rispetto a quello di origine. Ha fatto gli onori di casa Antonella Iasenza, Presidente del Consorzio di Libere Imprese, ente che gestisce lo Sprar/Siproimi del Comune di Venafro, poi si sono alternati i vari relatori che, ognuno sul proprio campo professionale hanno oferto il proprio contributo. A moderare i vari interventi Vincenzo Cimino, giornalista e consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com