Abuso d’ufficio, assolto l’ex sindaco Sbrocca. Il Pm aveva chiesto 8 mesi

Sotto la lente dei giudici di Larino era andato a finire il conferimento dell’incarico di staff a Michele Macchiagodena

Sono stati assolti con formula piena al termine del rito abbreviato che si è concluso oggi, lunedì 4 novembre, l’ex sindaco di Termoli, Angelo Sbrocca e le altre due persone che erano state rinviate a giudizio dal Gup del tribunale di Larino. Sotto la lente della magistratura era andata a finire la questione relativa al conferimento dell’incarico di collaboratore del sindaco a Michele Macchiagodena, ex delegato alla Cultura del Comune di Termoli all’epoca dell’amministrazione guidata proprio dal sindaco Sbrocca. La sentenza, come detto, è arrivata nella giornata di oggi. Il procedimento aveva preso il via dopo un esposto denuncia che era stato presentato da Ciro Stoico secondo il quale l’ex sindaco avrebbe «illegittimamente inquadrato nella categoria D livello economico D1» Macchiagodena nonostante questi, sempre secondo l’esposto presentato da Stoico, non avrebbe avuto i titoli di studio adatti a ricoprire quell’incarico. Insieme a Sbrocca erano stati rinviati a giudizio l’allora vice segretario generale e l’allora segretario generale del Comune di Termoli. L’ex sindaco è stato difeso dall’avvocato Nicolino Cristofaro. In sede di conclusioni il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a 8 mesi per le ipotesi di reato di abuso d’ufficio in concorso. Il giudice di Larino, invece, ha assolto tutti e tre con formula piena.  

L'avvocato di Sbrocca, Nicolino Cristofaro
L’avvocato di Sbrocca, Nicolino Cristofaro

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com