Abbandono di rifiuti, il triste primato di Termoli. Interviene la Rieco (LE FOTO)

Gli operatori ecologici della Rieco Sud continuano quotidianamente (spesso più volte nell’arco della giornata) il lavoro di pulizia e rimozione dei rifiuti abbandonati su tutto il territorio comunale. Gli interventi delle ultime ore hanno interessato diverse zone della città, tra cui il centro storico, il quartiere sant’Alfonso e le aree verdi comunali.

Purtroppo sono ancora troppi i casi di conferimenti illeciti dei rifiuti e di un utilizzo improprio dei cestini gettacarte, vicino ai quali vengono depositate buste di rifiuti non differenziati, ingombranti, Raee e spazzatura proveniente dalle abitazioni. Il risultato è la presenza di diverse discariche a cielo aperto, sui cigli stradali, lungo i marciapiedi, accanto ai contenitori degli abiti usati e persino vicino agli alberi; tale fenomeno si riscontra sia in periferia sia lungo le vie centrali della città e in prossimità delle spiagge.

Eppure il servizio di raccolta porta a porta copre l’intero territorio comunale, permettendo a tutti i cittadini – residenti e turisti – di conferire i propri rifiuti differenziati comodamente all’esterno degli usci delle proprie abitazioni. Inoltre, per i rifiuti ingombranti, i Raee e gli scarti vegetali c’è il servizio gratuito a domicilio su chiamata, oltre al centro di raccolta in via Arti e Mestieri, aperto 36 ore settimanali, 6 giorni su 7, anch’esso totalmente gratuito e accessibile a tutti coloro che sono iscritti a ruolo Tari.

A tal proposito l’assessore Colaci ricorda: «Non dimentichiamo che ogni rifiuto abbandonato causa un aumento della tariffa sui rifiuti. È pertanto utile a tutti noi evitare che l’abbandono diventi una routine, come di fatto sta succedendo negli ultimi tempi a Termoli. Alzare la percentuale di raccolta differenziata è un dovere civico a carico di tutti: sarebbe quindi un peccato vanificare lo sforzo di molti per la cattiva informazione o la noncuranza di pochi, lasciando altresì al turista un’immagine poco decorosa della nostra splendida città».