A Petacciato un contenitore per la raccolta degli oli esausti alimentari

Proloco Pietramurata

REDAZIONE TERMOLI

Gli oli vegetali esausti sono molto inquinanti e lo sa bene il sindaco di Petacciato, Roberto Di Pardo che ha dedicato un post Facebook ai suoi concittadini per spiegare che a Petacciato è iniziata la raccolta degli oli esausti alimentari utilizzati in cucina e per le fritture e che sinora venivano gettati nella rete fognante cittadina finendo per inquinare l’ambiente. «La nostra amministrazione, in collaborazione con la Ecologica Valtrigno-scrive il sindaco- ha posizionato in centro un bidone per la raccolta degli oli esausti per uso alimentare. Gli oli, una volta raccolti in un contenitore a casa, potranno essere sversati in questo bidone per poi essere smaltiti. Quello che abbiamo voluto compiere come amministrazione comunale è un altro segno tangibile per la difesa dell’ambiente. Gli oli vegetali esausti sono fortemente inquinanti. L’olio che usiamo per la frittura, che sia esso di semi o d’oliva, una volta fritto, modifica le sue caratteristiche organolettiche, divenendo così fortemente inquinante. Se gettati su un terreno, impediscono alla flora di assumere le sostanze nutritive del terreno. Un litro di olio vegetale è in grado di formare una pellicola inquinante grande quanto un campo di calcio e di rendere non potabile un milione di litri di acqua, pari alla quantità consumata da un individuo in 14 anni. La natura impiega 10 anni per smaltirne 1 litro. Abbiamo svolto alcuni incontri di sensibilizzazione nelle scuole per far comprendere, innanzitutto ai nostri figli, l’importanza della difesa dell’ambiente, anche attraverso i piccoli gesti quotidiani, come quello di non gettare l’olio esausto alimentare nello scarico a casa. Quest’opera di sensibilizzazione deve continuare però nelle case. Vi prego, dunque, di profittare di questa importante opportunità per migliorare la qualità del nostro ambiente. Con il riutilizzo degli oli vegetali è possibile ricavare lubrificanti per macchine agricole; da 1 litro di olio esausto è possibile ottenere 1 litro di biocarburante a basso impatto ambientale, la glicerina per la saponificazione, combustibile per il recupero energetico. Il riutilizzo di un potente inquinante per il nostro ambiente è un gesto di responsabilità da parte di tutti noi». Il contenitore è stato posizionato vicino l’erogatore dell’acqua potabile in via Adriatico.

 

Proloco Pietramurata

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com