Il “calvario di Giada” protagonista de “I fatti tuoi” di Magalli

La giovane di Portocannone ospite assieme all'avvocato D'Urbano della nota trasmissione di Rai 2

Pma

REDAZIONE TERMOLI

Ha raccontato le violenze subite da quando aveva 13 anni e tutta l’odissea di un processo “smembrato” e archiviato per una parte. Davanti alle telecamere de “I fatti vostri”, il noto programma condotto da Magalli, ha ripercorso tutto quanto accaduto a Portocannone ma balzato agli onori della cronaca. E’ stata protagonista di uno spazio sulla seconda rete nazionale Giada, la giovane di Portocannone che anni fa ha sporto denuncia contro don Marino Genova, ex parroco proprio di Portocannone. Come stabilito già in sede di primo grado dai giudici del tribunale di Larino per quelle violenze compiute dai 13 ai 14 anni della giovane don Marino è stato condannato a 6 anni. Mentre il troncone relativo alle violenze dai 14 ai 17 anni è stato archiviato perchè per la legge Giada sarebbe stata consenziente. Una archiviazione contro la quale è arrivato anche il ricorso della giovane che in TV si è presentata assieme al suo avvocato Giuseppe D’Urbano. Un racconto straziante quello di Giada che adesso attende giustizia.

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli