46enne isernina sfigurata al volto e trasferita a L’Aquila per delicato intervento di ricostruzione

Scinocca

Una donna isernina, il 28 dicembre scorso, si è sottoposta ad un delicato intervento di ricostruzione al volto presso l’ospedale San Salvatore de L’Aquila. La 46enne, vittima di un tragico incidente stradale la sera di Natale, è stata trasferita dal nosocomio isernino a quello del capoluogo abruzzese riportando la frattura della base cranica anteriore, della volta cranica, di entrambe le orbite nonchè la frantumazione del terzo medio facciale. L’operazione, svolta con tecnologie sofisticate, è durata circa 8 ore ed è stato effettuato dall’equipe dei reparti di neurochirurgia e maxillo-facciale dell’Asl 4 Abruzzo. I chirurghi hanno ricomposto le ossa facciali della paziente che erano rimaste gravemente danneggiate. Le condizioni della donna sono soddisfacenti e attualmente si trova nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale de L’Aquila.

Lo staff di medici che ha effettuato l’intervento è composto da: il dr. Alessandro Ricci, direttore del reparto di neurochirurgia e dalla dr.ssa Hambra Di Vitantonio e dal prof. Tommaso Cutilli, direttore del reparto di chirurgia maxillo-facciale e dal dr. Ettore Lupi.

 

Scinocca

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli