Mazzocco: “Mi aspetto una grande giornata di sport”

di Alfonso Sticca

Isernia- Campobasso. Non ? una partita per i deboli di cuore. Il match al suo interno raccoglie tanti elementi che lo arricchisce emotivamente. E la conferma arriva dalla vendita dei biglietti che stanno andando a ruba, venduti gi? oltre 1000 tagliandi, e il tifo organizzato degli ultras biancoceleste ha vestito di manifesti la citt? isernina dove invita il popolo sportivo ad incoraggiare la squadra per un pomeriggio sportivo in piena tranquillit?. Lo stesso presidente Gigino Mazzocco, avvicinato da noi, ha sottolineato che per l?importanza del match ? stata indetta la giornata biancoceleste: ?E? la partita dell?anno, e non potevamo farci sfuggire l?occasione di riempire l?intera tribuna, capiente di 1350 posti, oltre a quella riservata agli ospiti che pu? contenere 842 posti. Fare il pienone sarebbe l?ideale ? ammette Gigino Mazzocco ? il nostro intento ? riportare allo stadio le tante persone che avevano abbandonato l?abitudine di passare un sano pomeriggio di sport, il risultato ha la sua importanza, ma visto il clima natalizio, al termine della partita, dobbiamo brindare con i calciatori e i dirigenti del Campobasso per scambiarci gli auguri per un sereno Natale e l?auspicio di un nuovo anno che sia soddisfacente per il club rossobl? perch? possa raggiungere il traguardo pi? ambito dell?alta classifica e perch? no, anche vincere il campionato, noi invece, ci auguriamo di poter soddisfare il traguardo che ci siamo prefissati, raggiungere la salvezza il pi? presto possibile e fare in modo che la tribuna possa trovare la presenza costante di un pubblico sempre pi? numeroso, fino ad oggi tutti i programmi stilati all?inizio della stagione si sono concretizzati e per la dirigenza ? gi? motivo d?orgoglio, ma non possiamo fermarci qui, abbiamo l?incarico di portare a conclusione un proposito ambizioso che sar? sviluppato in tre anni, le persone che si sono impegnati in questo progetto, finora, hanno risposto appieno al loro dovere di responsabilit?, e se continueremo a percorrere questo itinerario, ripeto molto ambizioso, sar? motivo di soddisfazione per aver realizzato un vero miracolo calcistico. Come massimo esponente del sodalizio sportivo isernino ? conclude il presidente Mazzocco ? invito il popolo sportivo biancoceleste e quello rossobl?, a trascorrere un pomeriggio calcistico all?insegna del pieno rispetto dei ruoli e che sia una festa di sport, e dare dimostrazione che il gioco del calcio oltre ad essere uno spettacolo sportivo e anche un servizio sociale?.

Sul piano tecnico, la gara, come abbiamo detto in precedenza, mantiene viva la sua intensit? emotiva, da tantissimi anni che l?Isernia e il Campobasso non si incontravano nel campionato di serie D, il rinnovato appuntamento ha rivitalizzato i due ambienti sportivi, e la scenografia piena di colori ? assicurata nelle rispettive tribune, con l?aspettativa di assistere sul campo ad una partita spettacolare, priva di tatticismi. Il sodalizio biancoceleste in queste ultime ore ? attento sul mercato, dopo il tesseramento del portiere Silvestri, la scelta era caduta anche sul centrocampista incontrista Manzillo, per riempire il vuoto lasciato da Manzo trasferitosi a Agnone e Mingione squalificato per due turni, ma la trattativa non ? andata in porto. Il tecnico De Bellis, in accordo con la dirigenza, ? intenzionato a riempire il vuoto a centrocampo dopo il derby, ma sono alte le possibilit? che l?Isernia a poche ore dallo scontro con il Campobasso, possa raggiungere l?accordo con l?ex rossobl? Cianci, e lo stesso potrebbe esordire proprio domenica contro la sua ex squadra. Top secret per i primi undici anti Campobasso, anche se nella giornata di oggi ci sar? il responso delle condizioni dei due difensori Sabatino, che si ? fermato nella gara infrasettimanale per un risentimento muscolare, e Pepe in fase di completo recupero. C?? da mettere in piedi la linea difensiva e riempire il vuoto lasciato da Mingione. Tutte le ipotesi non sono da scartare, come il ripiego di un modulo diverso dal consueto 4-2-3-1, per non lasciare al Campobasso il dominio della zona mediana del campo. L?utilizzo di Cianci sulla fascia potrebbe far pensare ad una Isernia con il 4-4-1- 1, dove alle spalle del terminale d?attacco Evacuo si posizioner? Panico, che non darebbe punti di riferimento ai difensori rossobl?. Il tutto va ricostruito nella giornata di oggi dopo la rifinitura che toglier? qualsiasi incertezza al team tecnico.

Mercato – Ieri pomeriggio la societ? biancoceleste ha provveduto a tesserare il portiere Marco Schin?, proveniente dall?Amiternina. Il classe 1996 ha vestito anche le maglie di Cavese e Chieti sempre in Interregionale.