XV assemblea generale Euroregione Adriatico-Ionica. Quasi 90mln per pesca, turismo e collegamenti Molise-Croazia

50k visualizzazioni

TERMOLI. Un investimento da 90mln di euro per creare opportunità in termini di valorizzazione del territorio molisano, partendo dall’economia blu del mare nei settori legati alla pesca, al turismo, ai collegamenti e alla sostenibilità dei rapporti con i paesi transfrontalieri. Il tutto all’interno di una politica di coesione che rappresenta l’unica politica europea redistributiva, che aiuta la crescita di tutti i paesi membri dell’Unione Europea ma soprattutto è programmata e gestita direttamente dalle regioni coinvolte e con lo sguardo rivolto al miglioramento, alla ripresa e al consolidamento dell’economia dei vari paesi. E’ stato riconfermato il ruolo da protagonista della Regione Molise nelle politiche di coesione e cooperazione transfrontaliera quest’oggi in occasione della XV assemblea generale elettiva dell’Euroregione Adriatico-Ionica, associazione di cooperazione transnazionale fondata nel 2006 che raccoglie tutte le regioni che si affacciano sul mare Adriatico e sullo Ionio. Obiettivo dell’Eai è quello di promuovere lo sviluppo coordinato dei territori coinvolti per sostenere politiche di coesione e integrazione europea ed è composta da 34 regioni, tra cui, appunto, anche il Molise.

L’articolo integrale sull’edizione cartacea del Quotidiano in edicola domani. 

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *