Venittelli (Pd) chiude campagna elettorale rilanciando su priorità ZES

App Quotidiano Popup

TERMOLI. “Con le zone economiche speciali metteremo in campo uno sviluppo economico del Molise che partirà dal porto di Termoli per arrivare a coinvolgere tutta la regione dando impulso all’economia attraverso sconti doganali e fiscali per l’export per attrarre investimenti produttivi per nuove imprese e iniziando a guardare avanti”. Parola di Laura Venittelli che per l’ultima conferenza stampa, che di fatto chiude la campagna elettorale su Termoli dell’uscente parlamentare del Pd, ha voluto puntare tutto su uno dei ‘cavalli di battaglia’ dei democratici molisani nell’ultimo governo Gentiloni: quello delle Zone economiche speciali. Con un emendamento che è stato fortemente voluto proprio dalla delegazione parlamentare molisana e dalla stessa Venittelli, si è data la possibilità anche al Molise di entrare a far parte delle regioni che beneficeranno delle positività delle zone economiche speciali pur, di fatto, non avendo un porto con quelle caratteristiche di internazionalità proprie di altre regioni del sud Italia. “Il Molise – ha affermato la Venittelli – era fuori da questa caratteristica ma grazie al lavoro che è stato fatto all’interno della Commissione Trasporti prima al Senato e dopo alla Camera è stato fatto passare l’emendamento che dice che ogni regione del sud può avere la sua zona economica speciale”.

L’articolo integrale sull’edizione cartacea de ‘Il Quotidiano del Molise’ in edicola domani. 

 

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *