Veneziale, stop di nuovo ai ricoveri ordinari. In ospedale solo le emergenze

Nuova ‘crisi’ di sovraffollamento al Veneziale di Isernia. Ieri pomeriggio decine e decine di arrivi al Pronto soccorso hanno provocato un nuovo blocco dei ricoveri programmati. Nei reparti, i pochi posti a disposizione devono essere tenuti liberi per le urgenze in arrivo dal Pronto soccorso. Non è la prima volta che accade. Sulla medicina d’urgenza del Veneziale gravita un’intera provincia, quella di Isernia, più le zone adiacenti della provincia di Caserta e di Chieti, come Capriati a Volturno o Castiglione Messer Marino. Insomma è emergenza continua e spesso il Pronto soccorso resta intasato con decine di persone che chiedono aiuto e il personale sanitario costretto a fare i cosiddetti salti mortali per far fronte alle richieste di tutti. Una situazione davvero ai limiti. Da sottolineare l’impegno e lo spirito di sacrificio degli operatori che devono far fronte a casi da codice rosso in condizioni critiche, considerando anche le croniche carenze di personale e mezzi. Comunque i sanitari danno davvero tutto e, un po’ alla volta, riescono a smaltire le urgenze, ma solo a condizione di bloccare i ricoveri ordinari, ovvero quelli programmati per interventi di routine. I posti letto servono per le urgenze. Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *