Venafro: simula una rapina per cercare di recuperare i soldi persi alle slot machine

Meetness

A Venafro si conclude con una denuncia all’Autorità Giudiziaria per aver simulato un reato, la vicenda che vede coinvolto un uomo 37enne, di Napoli, autotrasportatore di una società di vendita all’ ingrosso. La vicenda inizia con la denuncia presso i Carabinieri di Venafro del 37enne che racconta di aver subito una rapina a mano armata mentre percorreva la strada che collega la provincia di Isernia con quella di Caserta. In particolare l’uomo ha riferito che un’autovettura con due uomini a bordo gli aveva tagliato la strada e, uno degli occupanti lo aveva  minacciato con una pistola, facendosi consegnare l’incasso giornaliero di circa mille euro. Il racconto, parso da subito poco convincente, ha spinto i militari ad attivare indagini e controlli alle sale slot e bar locali, una giusta intuizione che ha fatto venire alla luce che la sera precedente alla denuncia, l’uomo aveva sperperato una identica somma  presso una sala slot machine di un bar del centro, evento confermato sia dalla riprese delle telecamere che da testimonianze. Messo davanti all’evidenza, l’autotrasportatore ha confessato di aver simulato la rapina per giustificare l’ammanco dell’incasso al suo datore di lavoro, denaro che invece aveva sperperato nel gioco.

 

 

Meetness

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli