Venafro, scappano dal centro accoglienza e si rifugiano in stazione

Circa quindici profughi, tutti provenienti dal centro di prima accoglienza di Ragusa, si sono radunati questa mattina presso la stazione ferroviaria di Venafro. Molti di loro, tra cui numerosi minorenni, erano stati trasferiti poco prima, a bordo di un pulmino, in un centro locale. Ma, evidentemente, il centro assegnato non è stato di loro gradimento, tant’è che hanno preferito raccogliere le poche cose che avevano e dirigersi prima presso una fermata dei bus in via Colonia Giulia, tentando di salire su un mezzo senza biglietto e, in seguito, di ‘accamparsi’ nello stabile della stazione ferroviaria di Venafro. A quanto pare, i profughi erano intenzionati a raggiungere la città di Roma. Dopo l’intervento dei carabinieri della locale stazione, i rifugiati sono andati via. Vige un senso di preoccupazione tra la popolazione perché i nuovi arrivati, se non ben controllati da chi di dovere, possono facilmente creare tensione e divisione all’interno della comunità, con un conseguente ed inevitabile peggioramento nella qualità della convivenza.

 

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Una risposta su “Venafro, scappano dal centro accoglienza e si rifugiano in stazione

  1. emanuela

    Premetto di non essere razzista tout Court però che un gruppo di migranti salvati, accolti sfumati vestiti ecc si possa permettere anche di scegliere se il luogo destinato a ospitarli sia di loro gradimento o meno mi sembra veramente troppo. A queste persone, se non accettano l’ospitalità prevista dovrebbe essere comunque negato l’asilo e rispediti direttamente da dove vengono senza se e senza ma. Se ti ospitò in casa mia non puoi pretendere di occuparmi il salotto invece della camera che ho predisposto per te. Sarebbe ora che questo fosse chiaro per tutti!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *