Un paese in lacrime per l’addio a Pinuccio La Vigna

[pro_ad_display_adzone id="159437" random="true"]

CERCEPICCOLA. Oggi pomeriggio l’ultimo saluto della comunità di Cercepiccola a Pinuccio La Vigna, il vigile del fuoco volontario morto a San Donato Milanese lo scorso 6 aprile. E’ stato travolto da una trave crollata dal tetto durante le operazioni di spegnimento di un incendio scoppiato alla Rykem, azienda di detersivi industriali a San Donato Milanese.
Per la giornata di oggi a Cercepiccola è stato proclamato il lutto cittadino, la sospensione delle attività negli uffici pubblici e la chiusura delle attività commerciali. Giovedì invece i funerali si sono svolti nella cittadina del nord italia.
Al termine della celebrazione eucaristica, il feretro, avvolto nel tricolore, è uscito dalla chiesa accompagnato dai colleghi ed è stato portato su un’autoscala per l’ultimo saluto con le sirene. Sconforto a Cercepiccola dove in molti lo ricordano con stima e ammirazione. “Era una persona sempre disponibile, grande lavoratore”.
La Vigna, 48 anni, era un impiegato dell’Agenzia delle Entrate di Milano, ma dal 2013, dopo aver frequentato il corso di abilitazione faceva parte dell’organico della caserma  di Pieve Emanuele. Nelle scorse ore, il capo nazionale dei vigili del fuoco Gioacchino Giomi ha annunciato che la caserma dei vigili del fuoco di via Nilde Iotti a Pieve Emanuele porterà il nome di Pinuccio La Vigna.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi
[pro_ad_display_adzone id="159441" random="true"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *