Termoli, obbligo di firma per un 27enne siciliano

CAMPOBASSO. Nel corso degli ultimi giorni la Squadra Mobile della Questura di Campobasso,  in esecuzione a due distinti provvedimenti emessi dalla Procura della Repubblica di Campobasso, ha sottoposto a detenzione domiciliare due persone,  C.A. di anni 30 e C.G. di anni 65. La prima dovrà scontare mesi 1 e giorni 23 di reclusione (con misura alternativa), a seguito di condanna per  estorsione continuata in concorso; la seconda, invece, dovrà scontare mesi 4 di reclusione, euro 100,00 di multa con interdizione dai pubblici uffici per 1 anno (con misura alternativa), a seguito di condanna per sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro disposto nel corso di un procedimento penale o dall’autorità amministrativa.

Nell’ambito, poi, di una vastissima operazione di Polizia Giudiziaria delegata dal Tribunale di Gela (CL) contro numerosi personaggi appartenenti alla criminalità organizzata, il personale del Commissariato P.S. di Termoli ha rintracciato nella cittadina adriatica S.F., di anni 27, sottoponendolo alla misura coercitiva dell’obbligo di presentazione alla P.G. La misura, in esecuzione di ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal GIP presso il Tribunale di Gela, è stata notificata ed immediatamente eseguita nei confronti dell’uomo, accusato di numerose violazioni relative alla detenzione e allo spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

Particolarmente intensa è risultata infine l’attività di prevenzione dei reati in genere e di controllo straordinario del territorio messa in opera, nei giorni scorsi, dalla Polizia di Stato nel capoluogo. L’attività di prevenzione ha visto impiegato il personale delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura con il prezioso ausilio di  pattuglie di unità specializzate del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara.

La straordinaria attività di prevenzione, espletata con mirati controlli in ambito cittadino nei luoghi ritenuti maggiormente a rischio, ha portato all’identificazione di 116 persone ed al controllo di  73 veicoli con 2 contravvenzioni elevate al Codice della Strada. Una persona di origini rom è stata inoltre accompagnata in Questura per l’identificazione. Nel medesimo contesto, il personale operante ha rinvenuto un utensile per lavori edili (flex) abbandonato su un marciapiede, verosimilmente provento di furto, sottoponendolo a sequestro. Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *