Termolese a processo a Bergamo per rapina a mano armata, assolto

matrix

Il Giudice della udienza preliminare del Tribunale di Bergamo, la Dott.ssa Francesca Guadino, a seguito di giudizio abbreviato, ha assolto C.N., 32enne di termoli, accusato di aver fatto parte di un gruppo criminale armato operante nella provincia di Bergamo e dedito a rapine a mano armata ai danni di prostitute straniere. Il processo era scaturito a seguito delle indagini dei Carabinieri avviate a seguito di una serie di denunce da parte delle malcapitate ragazze, avvalorate dai riconoscimenti fotografici e dalle dichiarazioni di uno dei rapinatori successivamente pentitosi. All’udienza tenutasi ieri, giovedì 5 aprile, e che arriva a conclusione di un’odissea giudiziaria durata quattro anni, il Giudice di Bergamo – all’esito della requisitoria del PM, Dott. Massimo Meroni, che aveva concluso per la condanna a 4 anni e 8 mesi di reclusione, e dell’arringa difensiva dell’Avv. Roberto d’Aloisio, difensore del giovane termolese – ha sentenziato decidendo per l’insussistenza di qualsiasi ipotesi criminosa a carico dell’imputato, dichiarandolo estraneo alle rapine e al porto e detenzione di armi da fuoco.

 

matrix

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli