Istat. Occupazione 2017, cresce ovunque tranne in Molise e Basilicata

App Quotidiano Popup

Impietosi i dati Istat anche per quel che concerne il dato di disoccupazione registrato nel 2017 in Molise. Pare infatti, che nel Mezzogiorno l’occupazione sia stata segnata dal segno più un po’ ovunque tranne che in Basilicata con il -0,8 punti e in Molise con il -0,2%. Gli incrementi più rilevanti si segnalano in Calabria (+1,2), Abruzzo (+1,1%) e Campania (+0,9%).

Mentre, rispetto al 2016 il tasso di disoccupazione si riduce in quasi tutte le regioni, specie in Calabria (-1,6 punti), con l’eccezione di Molise e Campania (nell’ordine +1,8 e +0,6 punti).

Tuttavia, il tracollo maggiore del tasso di occupazione si registra nella provincia di Foggia con il -2,5% contrariamente alle città metropolitane di Bari e Palermo, e nelle province di Vibo Valentia e Caltanissetta dove la disoccupazione si riduce di oltre tre punti. La crescita, invece, è pronunciata a Foggia, Enna, Trapani e Isernia (tra 7,9 e 3,1 punti).

Nei grandi comuni del Mezzogiorno il tasso di occupazione aumenta dappertutto fatta eccezione per Catania (-0,8 punti); la crescita dell’indicatore è inoltre più sostenuta nei comuni di Bari e Napoli (+2,3 e +1,7 punti). Il tasso di disoccupazione diminuisce nei grandi comuni di Palermo e Bari (-3,8 e -2,1 punti) mentre aumenta a Napoli, Messina e Catania (rispettivamente +3,9, +3,2 e +1,6 punti).

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Una risposta su “Istat. Occupazione 2017, cresce ovunque tranne in Molise e Basilicata

  1. Roc Rate of Change

    C’è da stupirsi poco. Molte aree del Molise sembrano restie ad evolversi tecnologicamente (fino al 2017 in alcune aree addirittura i telefonini non prendevano). Chi fa impresa oggi ha bisogno di infrastrutture all’avanguardia. Se non va altrove, e se va altrove l’occupazione non crescerà mai.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *