Stadio Selvapiana: lavori ancora in alto mare e tempi incerti

La Vespa

C’è da registrare un altro capitolo, l’ennesimo, sullo stadio di Selvapiana. Si parla ancora degli 800mila euro più ‘famosi’ degli ultimi anni, in particolare “dell’intervento di manutenzione, potenziamento e adeguamento” dell’im- pianto sportivo. Ebbene, nei giorni scorsi e tramite determinazione dirigenziale del 14 maggio, cioè dell’altro ieri, è stata approvata una “perizia di variante” rispetto all’adeguamento alle normative di sicurezza antincendi per una capienza di 7500 spettatori dello stesso stadio.

In pratica, si è adeguato il progetto iniziale per una serie di motivi. Il primo riguarda la disponibilità di una nuova tecnologia per le lampade a led che ha consentito l’efficientamento delle torri faro esistenti (con notevole risparmio energetico), inoltre per l’illuminazione del campo in linea con la normativa prevista per le riprese televisive per i campionati di Lega Pro e l’illuminazione di sicurezza nell’anello inferiore e nei bagni.

Nella relazione tecnica si legge che “è stato accertato che il gruppo motopompa esistente, a servizio dell’impianto idrico antincendio, è idoneo e conforme ai requisiti tecnici di progettazione. È stata autorizzata anche la posa della tubazione lungo il perimetro dello stadio. Infine, nel corso dei lavori, a causa del gelo, c’è stata la rottura di alcune tubazioni e rubinetterie che sono state sostituite, oltre all’inibizione di alcuni locali dei servizi igienici a causa del distacco del rivestimento”.

Per tutti questi motivi, c’è stata una variazione in aumento di 18mila euro che però sono stati attinti dal ribasso di gara e dunque non incidono sui lavori stessi.

Si parla dunque di alcune variazioni apportate al progetto. Il problema è che i tempi continuano a lievitare. In un primo tempo si era parlato di fine marzo come termine ultimo per la consegna dei lavori da parte della Fur.Sol. Ora, su un tabellone esposto in tribuna, la data è stata modificata in luglio. Insomma, l’adeguamento della capienza sembra an- cora lontana.

Sull’argomento abbiamo sentito l’assessore ai lavori pubblici, Pietro Maio, il quale spiega che “a giorni ci sarà una riu- nione con il dirigente, l’amministrazione e l’impresa perché a mio avviso i lavori stanno andando un po’ a rilento e per questo voglio sollecitare per capire quali siano i motivi di questi rallentamenti registrati nelle ultime settimane. Ad oggi, alcuni lavori sono stati fatti mentre per altri non si vede ancora la luce. Insomma, voglio fare un po’ di chiarezza anche perché si era parlato di consegna dei lavori a marzo che non c’è stata”.

Questo è quanto, l’attesa continua…

FdS

 

La Vespa

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli