Sprar: il Consiglio dice no

Matrix

L’adesione o meno allo Sprar non avrebbe dovuto essere tra gli argomenti specificatamente in agenda nella seduta di ieri del Consiglio comunale. La convocazione dell’assise civica, come da richiesta dei capigruppo, aveva ad oggetto una più ampia ‘Discussione, proposte e iniziative sull’emergenza migranti’. Ma sulla scorta anche dell’incontro pubblico di martedì con la cittadinanza, giocoforza l’assise si è trovata ad affrontare l’argomento. Sicché, come da suggerimento dal consigliere Giovancarmine Mancini (appoggiato dal sindaco), il Consiglio ha deciso, all’unanimità, di effettuare una sospensione per preparare una mozione con cui fornire un atto di indirizzo con il parere del Consiglio sull’adesione allo Sprar. Atto di indirizzo approvato con 27 voti favorevoli, 3 contrari (Formichelli, Onorato, Di Luozzo) e tre astenuti (Di Baggio, D’Agnone e Bottiglieri). Ecco il testo del documento varato dall’assise civica: “Il consiglio comunale di Isernia, premesso che Isernia e la sua provincia ospitano già un numero di migranti in percentuale più alto d’Italia; che il progetto Sprar non garantisce all’attualità, in alcun modo, né un numero certo, né un numero compatibile con la densità abitativa della città di Isernia, né tantomeno un percorso di integrazione sicuro o almeno realizzabile, impegna il sindaco a non aderire al progetto Sprar; ad attuare tutte le misure ed i suoi poteri al fine di garantire il rispetto della normativa vigente da parte dei centri d’accoglienza temporanea (Cat) esistenti sul territorio; a garantire la salute e l’incolumità pubblica anche con il coinvolgimento dell’Ente Regione; a farsi promotore presso il Governo nazionale affinché lo stesso promuova investimenti nei territori d’origine affinché vengano ivi create le condizioni economiche utili al loro sviluppo, anche al fine di scongiurare una migrazione ormai fuori controllo”. Un orientamento che era emerso già chiaramente nel corso del dibattito, che aveva fatto registrare prevalenza di pareri contrari rispetto a quelli favorevoli, maggioranza in testa. Dai banchi vicini all’amministrazione, il ‘no’ è stato pressoché compatto, con poche eccezioni. Parere contrario è stato preannunciato da salvatore Azzolini, che in veste di capogruppo ha riportato la posizione della maggioranza degli esponenti di ‘Insieme per il Molise’. Lo hanno seguito, subito dopo, Tonino Antenucci, capogruppo di ‘Isernia in Comune, e Rossella Pitisci, capogruppo di ‘Fratelli d’Italia’. Per CasaPound, Francesca Bruno ha confermato la posizione già ribadita più volte circa la contrarietà all’adesione. Fuori dal coro, pur facendo presente la difficoltà di una scelta rispetto all’altra, Giampiero Mancini e Giovanni D’Agnone. Mancini (che però ha poi sottoscritto la mozione), aveva fatto presente come a suo avviso, a prescindere dall’adesione o meno allo Sprar, non esisterebbe di fatto la possibilità di dire no all’accoglienza dei migranti. Quindi dovendo scegliere tra centri d’accoglienza temporanea e Sprar, quantomeno lo Sprar sarebbe gestito dal Comune. Stessa questione fatta presente da Giovanni D’Agnone di ‘Isernia in comune’. Prevalenza di no all’adesione, durante il dibattito,  anche dalla minoranza, tranne per quattro posizioni: Rita Formichelli, Fabia Onorato, Enzo Di Luozzo e Roberto Di Baggio (astenutosi dal votare l’atto d’indirizzo). Per Onorato e Formichelli il parere è stato dettato dalla considerazione che comunque, con il rifiuto allo Sprar, si lascerebbe la gestione del fenomeno migratorio esclusivamente ai centri privati, precludendo al Comune ogni forma di coinvolgimento. Discorso simile per Di Luozzo, e Di Baggio, che hanno fatto presente che prima di esprimere un rifiuto ‘al buio’ sarebbe stato più opportuno avere la possibilità di valutare almeno qualche progetto.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Una risposta su “Sprar: il Consiglio dice no

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *