Sparò a Italo D’Elisa per vendicare la moglie, pena ridotta per Fabio Di Lello

App Quotidiano Popup

VASTO. La Corte d’Assise d’Appello de L’Aquila ha ridotto la pena da 30 a 20 anni per Fabio Di Lello. I fatti di sangue risalgono al mese di febbraio 2017, quando tre colpi di pistola uccisero il 21enne Italo D’Elisa, protagonista a sua volta di un incidente stradale che costò la vita alla moglie di Di Lello, Roberta Smagiassi, in attesa di un bimbo. In primo grado, la condanna inflitta dalla Corte d’Assise di Lanciano è stata di 30 anni. Ricordiamo che i genitori di Italo D’Elisa sono originari di Roccavivara, trasferiti a Vasto per motivi di lavoro. Una notizia che sconvolse l’intera nazione e in particolare la piccola comunità trignina, dove spesso si recava il giovane per trascorrere momenti di serenità con i familiari. Momenti che sono stati sempre più rari dopo quanto accaduto in quel triste incidente stradale, che ha segnato definitivamente la vita di tutte le persone coinvolte in questa triste vicenda.

 

 

 

 

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *