Sospeso dal servizio, viene colto da malore: paura per Lucio Pastore

Coriolis

La direzione generale dell’Asrem ha comminato la sospensione di tre giorni dal servizio per Lucio Pastore, il dirigente del Pronto Soccorso di Isernia, accusato dall’Asrem di aver violato il regolamento di disciplina per aver diffuso sugli organi d’informazione alcuni suoi commenti in difesa della sanità pubblica. E, per ironia della sorte, l’Asrem, che accusava Pastore di aver usato impropriamente gli organi d’informazione, potrebbe finire essa stessa nel ciclone delle polemiche, accusata dall’avvocato del medico di aver diffuso notizie riservate e coperte dal segreto d’ufficio, come quelle relative ai procedimenti disciplinari. Infatti, né Lucio Pastore, né il suo difensore, Oreste Scurti, sapevano nulla della decisione presa dal collegio disciplinare della Asrem. E per il dirigente medico, apprenderla in mattinata dagli organi d’informazione, è stato un vero e proprio shock, tanto da farlo sentire male e finire in ospedale. Il suo avvocato ha già preannunciato un esposto alla magistratura, sia per la violazione del segreto d’ufficio, sia per l’infondatezza stessa del provvedimento di sospensione. edg

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *