Sesso con ragazzine, pena ridotta in appello per un 28enne

Matrix Beauty City

CAMPOBASSO. La storia venne fuori casualmente, nella primavera del 2013, quando a un posto di blocco dei carabinieri fu fermata vicino Isernia un’auto con a bordo un 23enne e una tredicenne, entrambi residenti in centri della provincia pentra. I carabinieri, dopo aver chiesto i documenti, chiesero alla ragazza perchè non fosse andata a scuola e convocarono in caserma i genitori. Da lì venne fuori la verità. Quella ragazzina di tredici anni aveva avuto rapporti sessuali con il 23enne. Le successive indagini fecero venir fuori una verità ancora più allarmante. A quel giovanotto piaceva andare con le ragazzine e furono identificate quattro minorenni, tra i dodici e i tredici anni, che avevano avuto rapporti con lui dopo essere state adescate sui social. Una, addirittura, era stata abusata, cioè non era consenziente. Il ragazzo fu processato e condannato nell’ottobre 2016 a sei anni dal tribunale di Isernia, scontando anche il carcere. Ieri, giovedì 7 giugno, l’appello a Campobasso, presidente e relatore Pupilella. L’imputato è stato difeso dall’avvocato Claudio Di Pietro che è riuscito a far derubricare uno dei capi d’accusa, ottenendo la riduzione della pena a tre anni e sei mesi. Comunque l’imputato, se non farà ricorso in Cassazione, dovrà tornare in carcere perchè i reati sessuali con minorenni non prevedono le misure alternative. Intanto quel giovanotto a cui piacevano le ragazzine oggi ha 28 anni, si è rifatto una vita, ha moglie e due figli. Purtroppo per lui, quell’interesse per le ragazzine gli è costato caro.

 

 

 

 

 

Matrix Beauty City

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli